Recidiva o Ricaduta 

È l’episodio contrassegnato dalla comparsa di sintomi e segni neurologici .Esso viene definito anche : “ricaduta”, “attacco clinico” o “poussée”. Rappresenta un momento in cui la malattia è in fase di attività clinica. La ricaduta o “poussée” consiste nella comparsa di nuovi sintomi, o nel peggioramento di sintomi preesistenti della durata di almeno 24 ore e preceduta da una fase di remissione o mancata manifestazione neurologica di almeno un mese. È caratterizzata oltre che da un deficit neurologico tipico della sclerosi multipla, anche dalla osservazione oggettiva o racconto anamnestico da parte del paziente. Essa è generata da una cascata di eventi che parte dall’attivazione delle cellule del sistema immunitario per arrivare a produrre il processo infiammatorio non si svolge sempre allo stesso modo.
 
Tra i meccanismi che appaiono più specificamente coinvolti nella demielinizzazione ricordiamo: I) fagocitosi della mielina da parte di cellule macrofagiche, con il coinvolgimento di anticorpi autoreattivi e complemento; II) distruzione della mielina e/o degli oligodendrociti ad opera di linfociti T; e III) suscettibilità degli oligodendrociti a fattori tossici presenti nel sito di infiammazione. Nel caso della forma recidivante-remittente, questi sintomi possono completamente scomparire dopo l’episodio oppure i pazienti possono andare incontro a un parziale recupero funzionale.
 
Sintomi di una recidiva: difficoltà di deambulazione, stanchezza (anche nello svolgimento di attività usuali), disturbi della vista (vista offuscata o visione doppia), disturbi della sensibilità (sensazione di torpore o di formicolio agli arti, difficoltà nella percezione tattile), problemi di equilibrio e coordinazione motoria (vertigini, atassia, tremore), dolore cronico, spasticità (dolori muscolari, dalla lieve tensione muscolare alla contrattura dolorosa di braccia o gambe), depressione, problemi legati alla funzione sessuale, disturbi vescicali (es. incontinenza), disturbi intestinali (es. stipsi), disturbi del linguaggio (es. disartria), disturbi cognitivi (problemi di memoria e concentrazione) I sintomi della sclerosi multipla devono essere affrontati in modo specifico, in quanto per ognuno di essi esistono diversi approcci farmacologici o altre modalità di trattamento come quelle legate alla fisioterapia.