Astenia

L’astenia è un termine medico usato per descrivere una serie di sintomi tra cui: perdita di forza muscolare, fatigue, malessere, vertigini e affaticamento. Il termine astenia può essere divisa in due stati altri più specifici: l’astenia vera e l’astenia percepita. L’astenia vera (o neuromuscolare) è caratterizzata da una condizione in cui la forza esercitata dai muscoli è inferiore a quella prevista (ad esempio la distrofia muscolare). L’astenia percepita (o non neuromuscolare) descrive una condizione in cui una persona accusa più fatica del normale per esercitare una determinata quantità di forza, ma la forza muscolare reale è normale, per esempio la sindrome di affaticamento cronico. In alcune condizioni, come la miastenia gravis la forza muscolare è normale durante il riposo, ma l’astenia vera si verifica dopo che il muscolo è stato sottoposto a esercizio fisico. Quindi con il termine “astenia” deve intendersi una condizione che denota sintomi medici di debolezza fisica e perdita di forza. L’astenia generale si verifica in molte malattie croniche logoranti, come l’anemia e il cancro, ed è probabilmente più marcata nelle malattie della ghiandola surrenale.

stanchezza-cosa-fare

L’astenia può essere limitata a specifici organi o sistemi di organi. Essa è quindi una sensazione di eccessiva stanchezza, mancanza di energie o esaurimento, accompagnata da un forte desiderio di riposo o sonno. E come tale l’astenia è una normale e importante risposta all’iperesercizio fisico, allo stress emotivo prolungato e alla privazione del sonno. Questo comune sintomo è ben diverso dalla debolezza che interessa i muscoli, ma può verificarsi con essa. Inoltre, l’astenia può essere una manifestazione di affezioni psichiatriche, accompagnandosi spesso a depressione, insonnia, palpitazione e stati ansiosi. Non sempre i cali energetici sono riconducibili ad una patologia specifica. In condizioni fisiologiche, l’astenia è frequente durante il primo e l’ultimo trimestre di gravidanza, in menopausa, in caso di sovraffaticamento fisico e mentale (o riposo insufficiente) e, nello sport, in seguito ad uno squilibrio fra carico e recupero.

Quali sono i rimedi contro l’astenia? La cura dipenderà dalla causa scatenante. Potrebbe essere, quindi, necessario assumere farmaci o integratori – vitamine B, C e E, potassio, magnesio, fitocomplessi e amminoacidi – per curare determinate malattie. Anche una dieta corretta è molto importante, in special modo quando l’astenia è dovuta a carenze nutrizionali. Ad ogni modo, indipendentemente dalla causa dell’astenia, il medico può aiutare il paziente a modificare il proprio stile di vita in modo da ottenere una dieta bilanciata, un programma di esercizio regolare e un adeguato riposo. Lo specialista generalmente offre dei consigli sulle priorità da realizzare, tenendo uno schema ragionevole delle stesse, sviluppando buone abitudini di sonno ed insegnando al paziente le tecniche di controllo dello stress appropriate.

astenia_640x480

Se l’astenia deriva da una malattia organica, il medico può aiutare il paziente a comprendere come mantenere il passo per avere un sufficiente riposo e determinare in quale delle sue attività quotidiane egli ha più bisogno di aiuto. Spesso lo si può aiutare a ridurre l’astenia cronica alleviando il dolore, che può interferire con il riposo o la nausea, che può portare a malnutrizione. Se l’astenia deriva da una causa psicologica, è importante che il paziente abbia un supporto psicologico. Tuttavia, può anche essere un sintomo aspecifico di un disturbo psicologico o fisiologico, soprattutto di un’infezione virale e di una patologia endocrina, cardiovascolare o neurologica.

Dunque, l’astenia riflette sia stati ipermetabolici che ipometabolici nei quali i nutrienti necessari per l’energia cellulare e la crescita sono carenti a causa di una deplezione eccessivamente rapida, di alterati meccanismi di reintegro, di un’insufficiente produzione ormonale, oppure di un inadeguato apporto nutritivo o di metabolismo.

Fonti
www.tantasalute.it/articolo/astenia-cos-e-cause-e-cura/61821/
www.medicina360.com/astenia.html

***Avvertenze di rischio per gli utenti e i visitatori di questo Glossario***
ATTENZIONE: Le informazioni riportate hanno esclusivamente scopo informativo e comunque in nessun caso possono costituire la formulazione di una diagnosi o la prescrizione di un trattamento. Le informazioni qui contenute non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto medico-paziente o la visita specialistica. Si raccomanda di chiedere sempre il parere del proprio medico curante e/o degli specialisti riguardo qualsiasi indicazione riportata.