Cari amici,
anche se il mal di testa non è un sintomo comune di Sclerosi Multipla, alcuni studi suggeriscono che le persone con SM hanno una maggiore incidenza di alcuni tipi di mal di testa.

Uno studio ha osservato che l’emicrania era di due volte più comune in un gruppo di pazienti affetti da SM rispetto ad un gruppo abbinato di persone senza SM. Altri ricercatori hanno trovato una precedente diagnosi di emicrania in 1/3 del gruppo di pazienti SM sotto osservazione. Un terzo studio ha trovato che il 20% di un campione di persone con SM aveva avuto una storia familiare di emicrania, rispetto al 10% dei controlli sani, suggerendo che possa esistere un fattore predisponente comune tra SM ed emicrania. 

Ciascuno di noi ha mal di testa di tanto in tanto. Tuttavia, le persone con sclerosi multipla (SM) sono molto più inclini a episodi di emicrania o cefalea a grappolo rispetto alla popolazione generale. Fino al 58% delle persone con SM sperimenta mal di testa cronico o ricorrente, rispetto al 16,5% della popolazione generale. Naturalmente, quasi tutti (oltre il 90% delle persone, con SM o senza) ha mal di testa occasionali.

I mal di testa sono un mistero

Ma quando si verificano in qualcuno che ha una diagnosi di SM, le loro cause sono un po’ più chiare. Vediamo perchè.
Le lesioni, la depressione associata alla malattia, o i farmaci specifici che sono assunti dal paziente possono essere tutti possibili fattori scatenanti.

Tipi di mal di testa correlati alla SM

Ci sono tre tipi di mal di testa che sono direttamente associati con la sclerosi multipla:

Le emicranie sono più comuni nelle persone con SM recidivante-remittente. Durano dalle 4 alle 12 ore e tendono ad essere:

  • Precedute da un alone (visione sfocata o distorta segnalando che un mal di testa sta per iniziare) o sintomi prodromici,  manifestazioni cliniche non specifiche, (tra cui la stanchezza, la fame o l’ansia);
  • Intermittenti/pulsanti su uno o entrambi i lati della testa;
  • Accompagnate da sensibilità alla luce o al suono;
  • Di solito accompagnate da nausea, vomito o perdita di appetito;
  • Seguite da dolore residuo e disagio.

Alcune persone trovano che un lungo riposo – di 5 o più ore – dopo un attacco di emicrania, aiuta ad alleviare alcuni sintomi residui. Le cefalee a grappolo iniziano come un bruciore grave o una sensazione pungente su un lato del naso o profonda in un occhio.

Esse tendono a durare solo 15 minuti o massimo tre ore. Tipicamente, il dolore:

  • Cresce rapidamente;
  • Si avvertono come scosse elettriche o “esplosioni”, dietro l’occhio;
  • Si verifica solo su un lato della faccia;
  • Viene senza preavviso (a differenza di molte emicranie);
  • Tende a ricorrere nello stesso momento ogni giorno (spesso subito dopo addormentarsi), di solito per un periodo di diverse settimane;
  • Può causare lacrimazione oculare, può far colare il naso o far calare le palpebre;
  • Si risolve completamente dopo il mal di testa (fino al prossimo mal di testa).

I mal di testa tensivi sono i più comuni nella popolazione generale. La loro durata può andare dai 30 minuti fino a tutto il giorno, e:

  • Raramente causano un forte dolore, più spesso il dolore è moderato o lieve;
  • Si sente come una costante sensazione di dolore o forte pressione in un’area appena sopra le sopracciglia o che circonda la testa;
  • Sopraggiungono poco a poco;
  • Si possono avvertire in qualsiasi parte del giorno, ma di solito avviene nella seconda parte della giornata.

Cosa provoca mal di testa nelle persone con SM?

Numerosi fattori possono causare mal di testa nelle persone con SM, tra cui: 
Lesioni: Uno studio che ha osservato 277 pazienti con sclerosi multipla ha suggerito un’associazione tra il numero delle lesioni nel mesencefalo e il mal di testa. È interessante notare che, la cefalea a grappolo in persone con SM ha anche dimostrato di essere collegata con lesioni in questa zona del cervello, dove il nervo trigemino, che è noto anche come quinto nervo cranico, ha origine. Questo è il nervo che è coinvolto in un altro sintomo SM piuttosto doloroso, e cioè la nevralgia del trigemino o “tic doloroso”.

Neurite ottica: I mal di testa sono comuni anche durante gli episodi di neurite ottica. Questi mal di testa si presentano di solito solo su un lato e peggiorano quando gli occhi vengono mossi .

Depressione: La depressione, sintomo molto comune della SM, è stata anche associata a mal di testa nelle persone con SM. Depressione ed emicrania sono entrambe legate a bassi livelli di serotonina.

Effetti collaterali: I farmaci DMT per il trattamento della malattia a base di interferone – Rebif, Betaseron e Avonex – possono causare mal di testa o peggiorare il mal di testa preesistente. Provigil, Symmetrel e altri farmaci utilizzati per la fatigue (stanchezza cronica) hanno tra gli altri anche il mal di testa come effetto collaterale primario.

Quanto grave può essere il mal di testa?

Il mal di testa può essere estremamente invalidante. Emicrania e cefalea possono essere incredibilmente dolorose, e la sensibilità alla luce e ai suoni che le accompagna può portare le persone con SM a ritirarsi in uno spazio tranquillo e poco illuminato per ore quando esse sopraggiungono. Anche quando l’emicrania è passata, le persone hanno spesso dei sintomi residui, che costituiscono la fase postdromica, che comprende stanchezza, irritabilità, problemi di concentrazione e vertigini.

Le cefalee a grappolo sono spesso descritte dai pazienti come il dolore peggiore che potessero mai immaginare, simile a “una punta di ghiaccio che brucia che viene conficcata nei loro occhi”. Il dolore da cefalea a grappolo induce molte persone a cadere sul pavimento, a tirarsi i capelli, a sbattere la testa, andare avanti e indietro, urlare e talvolta anche piangere. Seppure il dolore intenso della cefalea a grappolo si risolve e non ha alcun effetto persistente come con l’emicrania, le persone spesso si sentono completamente esauste dopo ogni episodio di cefalea.

Al termine di un episodio di cefalea, i pazienti hanno spesso ansia, paura e terrore, sapendo che c’è una buona probabilità che un altro episodio possa verificarsi entro qualche ore o il giorno successivo. Quest’ansia può interferire con le normali attività quotidiane o di contatto sociale, così come può portare a insonnia, in quanto le persone evitano di addormentarsi.

Quando consultare il medico?

Si deve consultare il medico per qualsiasi tipo di mal di testa insolito, un mal di testa troppo ricorrente, o che dura per un lungo periodo di tempo.

Prima di vedere il medico, è bene prendere appunti relativi al mal di testa. E’ utile tenere una sorta di registro dei sintomi in cui vengono annotate le specifiche caratteristiche del mal di testa, compreso il tempo della giornata in cui esso comincia, quanto tempo dura, e qualsiasi elemento che potrebbe averlo causato, includendo stress,  attività e i farmaci assunti. Questo aiuterà il vostro medico a determinare ciò che potrebbe essere la causa del mal di testa, il tipo e quale trattamento potrebbe lenire i sintomi.

Ed ora non vi resta che visionare il nuovo video!
Miraccomando non dimenticate di iscrivervi al canale! Un abbraccio 🙂

Fonti

Rae-Grant AD, Eckert NJ, Bartz S, Reed JF. Sensory symptoms of multiple sclerosis: a hidden reservoir of morbidity. Mult Scler. 1999 Jun;5(3):179-83.

Gee JR, Chang J, Dublin AB, Vijayan N. The association of brainstem lesions with migraine-like headache: an imaging study of multiple sclerosis. Headache. 2005 Jun;45(6):670-7.

Gentile S, Ferrero M, Vaula G, Rainero I, Pinessi L. Cluster headache attacks and multiple sclerosis. J Headache Pain. 2007 Sep;8(4):245-7.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s