Ognuno di noi vede il mondo attraverso una lente diversa ed è in grado di offrire la propria prospettiva unica per quanto riguarda il modo in cui vive l’universo che ci circonda. La paura è una risposta evolutiva che la maggior parte degli animali possiede per sopravvivere. Tuttavia, il senso di paura negli esseri umani è molto sviluppata, e ci permette di prevedere e reagire ad una varietà enorme di minacce esterne. A volte il nostro senso di paura può essere notevolmente esagerato, il che significa che proviamo un’enorme paura verso uno stimolo che è o improbabile che possa farci del male o verso una situazione che è improbabile che si verifichi. In altri casi, la nostra paura si può orientare verso qualcosa che noi percepiamo come una minaccia, ma altre persone non sono in grado di percepirla come tale. Ad esempio, una volta ho conosciuto una donna adulta che aveva paura di palloncini. Questi sentimenti irrazionali verso uno stimolo che non rappresenta un reale pericolo possono essere descritti come fobie.

Una fobia è un disturbo d’ansia estremamente comune che nasce da paure eccessive o irrealistiche intorno ad un oggetto o una situazione. La fobia è una paura irrazionale, persistente e sproporzionata, e con cui gli altri si confrontano senza particolari difficoltà psicologiche. La persona fobica si rende conto dell’irrazionalità della propria paura, ma, nonostante questo, non riesce a controllarla con spiegazioni razionali, dimostrazioni e ragionamenti. Le fobie possono diventare così estreme che un individuo potrebbe cominciare ad organizzare il resto della sua vita in modo da evitare di entrare in contatto con la sua particolare fobia. Le ragioni per cui le persone sviluppano queste paure eccessive possono variare, ma di solito la spiegazione è una delle seguenti:

  • La fobia può essere associata ad un particolare incidente o ad un trauma (ad esempio l’aracnofobia è spesso determinata dalla paura del morso di ragno).
  • La fobia può essere una risposta acquisita che una persona ha sviluppato presto nella vita osservando il comportamento di un genitore o di un fratello più grande.
  • Anche la genetica può svolgere un ruolo nello sviluppo delle fobie. Ci sono prove che suggeriscono che alcune persone nascono con la tendenza ad essere più ansiose di altre.

Diamo ora un’occhiata alle seguenti fobie sorprendenti e bizzarre …

Somnifobia

La sonnifobia descrive una paura irrazionale ed eccessiva nei confronti del sonno. I sonnifobi possono cominciare a temere di addormentarsi perché associano l’andare a letto con la morte o la vulnerabilità. Tale fobia può anche derivare da una sensazione di mancanza di controllo, perché non si è in grado di vedere il mondo intorno mentre si dorme e i sonnifobi temono che qualcosa possa loro accadere mentre il loro corpo è addormentato.

Il problema più importante dei sonnifobi è che quando la fobia diviene incontrollabile, decidono di evitare di dormire per evitare di avere terribili incubi ripetuti. In questi casi, più che del sonno, i sonnifobi sono terrorizzati dagli incubi. Tuttavia, la maggior parte dei sonnifobi hanno più specificamente paura di dormire.

images

Omfalofobia

L’omfalofobia è una fobia legata al proprio ombelico: chi ne soffre è ossessionato dall’idea di non toccare questa parte del proprio corpo e di non farlo toccare da altri. In questa rara fobia, la paura è spesso collegata all’associazione tra ombelico e cordone ombelicale e più in generale al grembo materno. Pertanto, i malati possono sperimentare angoscia per la separazione dalla madre, che il loro ombelico li ricorda. Gli Omfalofobi possono provare repulsione solo nel vedere o nel pensare a un ombelico.

ombalofobia

Spettrofobia

L’eisoptrofobia o spettrofobia (da non confondere con la paura degli spettri, intesi come fantasmi, detta phasmofobia) è la paura persistente, irrazionale e ingiustificata degli specchi, o di vedersi riflessi in uno specchio. Le persone che soffrono di questa fobia sentono un’ansietà totale guardandosi allo specchio, pur rendendosi conto che le loro paure sono totalmente irrazionali. Per via di una diffusa base superstiziosa, gli eisoptrofobici possono preoccuparsi che rompere uno specchio possa portare sfortuna, se non addirittura morte, o che guardarsi allo specchio li metterà in contatto con un mondo sovrannaturale/parallelo sito “al di là” dello specchio. Gli specchi e altre superfici riflettenti sono da tempo associate a ciò che è strano o bizzarro. Di solito chi ne soffre sono individui traumatizzati da un evento in cui essi sono stati convinti di aver visto o sentito un fantasma. Potrebbe anche essere il risultato di un timore superstizioso della persona di essere osservata attraverso lo specchio (questo potrebbe essere causato da problemi paranoia o tratti di una personalità schizotipica). Raramente, gli spettrofobici possono essere stati traumatizzati dalla visione di un film horror, da spettacoli televisivi disturbanti, o dai propri incubi.

Essi possono ossessionarsi al pensiero che qualcosa di estremamente spaventoso possa saltare improvvisamente fuori dallo specchio. Alcuni temono il proprio riflesso nel buio, in quanto esso può apparire distorto in modi strani. Altri possono anche aver paura di essere attirati all’interno dello specchio da una forza soprannaturale. In sostanza, chi soffre di questa fobia dovrebbe sicuramente non guardare il film Mirror (2008).

duane-michals-joseph-cornell

Papafobia

La paura del papa o del papato è un fenomeno estremamente raro, ma è stato documentato più volte. Essa è strettamente legata all’Agiofobia (paura esagerata o irrazionale o avversione dei santi e delle cose sacre). Questi sentimenti sono di solito presenti nelle persone molto religiose che si sentono indegne in presenza del sacro, o che sono colpevoli di qualcosa e hanno paura di essere giudicate. Questi timori particolari sono spesso innescati da un trauma associato al papa, o ad abusi sessuali su minori da parte di membri del clero.

jude-law-e1477386614956

Globofobia

Gli individui con questa fobia temono i palloncini in generale o temono che gli stessi scoppino! Di solito le persone che soffrono questa fobia trovano più inquietante il suono del palloncino che improvvisamente scoppia e generalmente questa strana patologia è legata a disturbi estremi occorsi nella loro infanzia che hanno determinato dei profondi traumi. Anche se questa fobia può sembrare divertente per chi legge, i globofobici tendono ad evitare feste ed occasioni speciali come ad esempio le feste di compleanno, i matrimoni, o qualsiasi altra festività che vada a coinvolgere palloncini come decorazioni. Questo può portare a una vita molto solitaria per chi soffre questa fobia. La globofobia è rara, ma tra chi ne soffre vi sono personaggi noti tra cui Oprah Winfrey e Doug Stanhope. In generale, i globofobici si rifiuteranno di toccare, sentire, o andare nei pressi di un palloncino perché temono che scoppierà da un momento all’altro. Essi, infatti, tendono a non fidarsi delle persone che hanno un palloncino in mano o ovunque vicino a loro, soprattutto se si tratta di bambini i quali sono considerati imprevedibili.

hey-kid-want-a-balloon-horror-s-5-creepiest-clowns-fcda1185-75e2-4ea2-8ab6-304e290b80a9-gif-65648

Se una di queste fobie vi ha fatto diventare ansiosi (o soffrite di un’altra fobia che non ho menzionato), non preoccupatevi perché quasi tutte le fobie possono essere trattate con successo e anche curate! Le fobie semplici possono essere trattate attraverso una graduale esposizione all’oggetto, animale, luogo o situazione che provoca paura e ansia. Questo è noto come desensibilizzazione o terapia di auto-esposizione. Più la fobia è complessa, maggiore sarà il tempo necessario a risolvere il problema. Spesso le terapie “basate sul parlare”, come la consulenza e la terapia cognitivo-comportamentale sono le più adatte.
E allora godetevi questo Friday Horror in modo responsabile e affrontate le vostre fobie in caso questo articolo vi risulti troppo sconvolgente! 🙂

________________________________________________

Everybody sees the world through a different lense and can offer their own unique perspective with regards to how they experience the universe around them. Fear is an evolutionary response which most animals possess in order to survive. However, the sense of fear in humans is highly developed, enabling us to predict and react to a massive variety of external threats. Sometimes our sense of fear can be greatly exaggerated, meaning that we direct a lot of fear towards a stimuli which is either unlikely to harm us or  towards a situation which is unlikely to occur. In other instances, we may direct our fear towards something that we perceive as a threat but other individuals would not view it as a threat at all. For example, I once knew an adult woman who was afraid of balloons. These irrational feelings towards a stimulus can be described as phobias.

1568fde6f8585d6df1b250136df78ec2

A phobia is an extremely common anxiety disorder which arises from excessive or unrealistic fears around an object or situation. Phobias can become so extreme that an individual begins to arrange the rest of their life in order to avoid coming into contact with their particular phobia. The reasons people develop these excessive fears can be varied but usually the explanation is one of the following;

  • The phobia may be associated with a particular incident or trauma (e.g. a spider bite causing arachnophobia).
  • The phobia may be a learned response that a person develops early in life from watching a parent or sibling.
  • Genetics may also play a role – there’s evidence to suggest that some people are born with a tendency to be more anxious than others.

arachnophobia-710x434

Lets take a look at the following surprising and bizarre phobias…;

Somniphobia

Somniphobia describes an irrational and excessive fear of sleep. Somniphobes may begin to fear falling asleep because they associate going to bed with dying or vulnerability. It may also result from a feeling of lack of control because they are not able to see the world around them whilst sleeping and they fear that something may happen to their sleeping body.

Somniphobes may also start out by avoiding sleeping because they may be suffering from repeated nightmares. In these cases, they may actually be more afraid of the nightmare than of sleep. However, most Somniphobics are specifically afraid of sleeping and may also fear losing time while sleeping.

Omphalophobia

Omphalophobia is the fear of bullybuttons. In this rare phobia, sufferers are afraid to have their bellybuttons touched, or to touch another person’s belly button. The fear is often thought to be linked with the belly button’s association to the umbilical cord and a mother’s womb. Therefore, sufferers may be experiencing anguish over the separation from their mother, which their belly button reminds them of. Omphalophobes can be repulsed just by seeing or thinking about a belly button.

Spectrophobia

Spectrophobia is a strange phobia which relates to an individuals intense fear of mirrors and sometimes specifically only their own reflection. Usually sufferers are traumatised by an event in which they are convinced they have seen or heard a ghost. It could also be the result of the person’s superstitious fear of being watched through the mirror (this could be caused by paranoia issues or schizotypal personality traits).  Rarely, Spectrophobes are also made by being traumatized by horror films, television shows, or by their own nightmares.

Sufferers can fear the breaking of a mirror bringing extreme bad luck, or even death. They obsess over the thought of something frightening jumping out of the mirror. Others fear that that mirrors are a link or gateway to another world. Some also fear their own reflection in the darkness, as it can appear distorted in strange ways. Some people may also fear being pulled into the mirror by some supernatural force. Basically, sufferers of this phobia should definitely not watch the movie Mirrors (2008).

maxresdefault

Papaphobia

The fear of the pope or the papacy is an extremely uncommon phenomenon but has been documented several times. It is closely related to Hierophobia (the fear of holy individuals or sacred things). These feelings are usually triggered in religious people who feel unworthy of being in the presence of the sacred, or are guilty of something and afraid of being judged. This phobia can also be likened to Hagiophobia which is an exaggerated or irrational fear or dislike of saints and holy things. These particular fears are often triggered by a trauma associated with the pope, or by child sexual abuse by clergy.

Globophobia

Individuals with this phobia fear balloons in general or they fear balloons being popped! It is usually the sound of a balloon being popped which people with this phobia find most disturbing and it usually points to extreme disturbances in their childhood causing trauma. Although this phobia may seem amusing to onlookers, globophobics tend to avoid parties and special occasions such as birthday parties, weddings, or any other festivities that may involve balloons as decorationsThis can lead to a very lonely existence for extreme sufferers. Globophobia is uncommon, but notable sufferers include Oprah Winfrey and Doug Stanhope. Generally, globophobics will refuse to touch, feel, or go near a balloon because they fear it will pop. They tend not to trust people who have a balloon in their hand or anywhere near them, especially children who are deemed unpredictable.

clown13

If any of the above have made you anxious (or you suffer greatly from another phobia) – almost all phobias can be successfully treated and cured! Simple phobias can be treated through gradual exposure to the object, animal, place or situation that causes fear and anxiety. This is known as desensitisation or self-exposure therapy. More complex phobias can often take longer to resolve and involve talking therapies, such as counselling and cognitive behavioural therapy. Enjoy Friday Horror responsibly and please address your phobias if you find our writing too unsettling!

____________________________________________________

http://science.howstuffworks.com/life/inside-the-mind/emotions/fear.htm

http://www.nhs.uk/Conditions/Phobias/Pages/Introduction.aspx

http://www.telegraph.co.uk/news/science/10289366/13-of-the-most-unusual-phobias.html

http://www.nursingdegreeguide.org/2010/100-weird-phobias-that-really-exist/

One thought

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s