Ciao amici,
in questo video vi parlo di come la Sclerosi multipla può influire sui rapporti interpersonali.

Una volta che la Sclerosi Multipla viene diagnosticata, molte persone vengono soprafatte da una sensazione di impotenza e ci si sente incapaci di “connettersi” a sè stessi, al proprio io e ai sentimenti che si dovrebbero provare per le persone e le cose intorno. Molte persone infatti subito dopo la diagnosi si rifiutano completamente di affrontare la malattia negandola, altri però trovano più facile prendere il controllo della situazione e vanno alla ricerca di informazioni e di aiuto. Le persone affette da sclerosi multipla possono anche avere paure non realistiche o esagerate e queste paure se si nega la malattia, possono rendere più difficile riconoscere e adattarsi ai sintomi. Queste reazioni possono essere sperimentate non solo dalla persona a cui è stata fatta la diagnosi, ma anche da coloro che ci circondano, come i familiari e gli amici.
Molto spesso, per esempio, mentre colui che è stato diagnosticato prova un sentimento di sollievo,il partner nega totalmente la malattia.
Così come la sclerosi multipla porta a sentimenti di perdita e di dolore, coloro che convivono con la SM possono subire una vasta gamma di altri cambiamenti emotivi.
Alcuni di questi sono il risultato diretto dell’avere la malattia, mentre altri sono il risultato di altri fattori lontanamente relativi alla sclerosi, altri sono gli effetti collaterali della medicina che si sta assumendo. La diagnosi di SM può portare a tutta una vasta gamma di emozioni, come il dolore, l’ansia, il senso di colpa, la paura, l’irritazione e la rabbia.

La SM ha un forte impatto sulle amicizie. Spesso dopo la diagnosi si perdono molti amici, questo perché ci sono persone che non riescono a gestire gli alti e bassi che possono presentarsi quando sei amico di qualcuno che ha la sclerosi multipla. Ciò è dovuto in parte al malato stesso, perché a volte è faticoso riuscire ad affrontare il fatto di avere la SM e non si fa il minimo sforzo per impedire che le amicizie finiscano. 

Per esempio, andare al cinema o a teatro può divenire molto complicato, perché dopo che si sta seduti per un periodo di tempo prolungato, si sente il bisogno di alzarsi, altre volte camminare per un lungo tratto e soprattutto salire le scale, è uno sforzo enorme, così invece che essere onesti con gli amici spesso spesso il malato di SM preferisce rifiutare l’invito. E dopo un po’, gli amici smettono di invitarci. L’amicizia può essere complicata in questi termini – la maggior parte delle persone ha già i suoi problemi, ed è comprensibile se a volte gli amici non riescono a farsi carico anche dei problemi degli altri. 

Molte persone con SM denunciano problemi relazioni che spesso coinvolgono non solo amici e familiari, ma anche il proprio rapporto di coppia. Ciò è spesso dovuto alle difficoltà a continuare a vivere il proprio ruolo di adulti in serenità. Una patologia di cui è difficile conoscere la prognosi e il decorso può ledere la propria immagine di sé oltre che la propria immagine corporea. A causa della totale assenza di capacità previsionale di ciò che accadrà domani anche a causa di una scarsa informazione, può accadere che i piccoli diverbi, le diverse vedute e i normali scambi all’interno della coppia subiscano un’alterazione a causa del senso di precarietà procurato dall’insorgere della malattia. Solitamente questa situazione estremamente problematica perché conflittuale tende a mutare nel momento in cui la persona con SM inizia la fase di elaborazione e conseguente accettazione realistica dei cambiamenti in atto. Ancora una volta diventa fondamentale favorire in ogni modo la comunicazione all’interno della coppia e della famiglia cercando di esplicitare sempre e comunque i propri sentimenti.

Sicuramente una diagnosi di malattia può alterare un rapporto di coppia, ma quando la rottura è irreversibile, nella maggior parte dei casi si tratta di una conseguenza di una relazione poco solida o comunque conflittuale, non necessariamente dovuta esclusivamente alla malattia.

E con questo ragazzi vi saluto, vi auguro una buona visione e vi ricordo di scrivermi cosa ne pensate in un commento e quali argomenti vorreste trattare in futuro.

Per maggiori informazioni:

http://www.aism.it/index.aspx?codpage=faq_psicologo
http://www.istud.it/up_media/ricerche/sm_network.pdf
http://www.sclerosimultipla-e.it/magazine/tempo-libero/amici.shtml
http://www.aism.it/index.aspx?codpage=sm_coppia
https://books.google.it/books?id=7FrwTZhwzqUC&pg=PR8&lpg=PR8&dq=la+sclerosi+multipla+e+i+rapporti+sociali&source=bl&ots=CozNCm6dhD&sig=AyL3Dz8JJLuiAP5If8Gc72ZfTd0&hl=en&sa=X&ved=0ahUKEwjr0tKMusjPAhVrAsAKHeoMB-wQ6AEIaDAJ#v=onepage&q=la%20sclerosi%20multipla%20e%20i%20rapporti%20sociali&f=false

One thought

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s