Il Castello di Warwick nel Warwickshire, in Inghilterra è uno dei castelli medievali più ben conservati di tutto il mondo. La costruzione del castello iniziò nel 10° secolo e si ritiene che l’architetto fu la principessa Ethelfleda, la figlia militare del re Alfredo il Grande. Inizialmente la struttura era destinata alla difesa contro le conquiste normanne, ma dopo che Guglielmo I “Il Conquistatore” riuscì a invadere l’Inghilterra, il castello fu consegnato al Conte di Warwickshire. La fortezza fu tramandata di generazione in generazione e vide ben 20 Conti di Warwickshire, fino a quando fu aperto al pubblico nel 1970.

King_William_I_('The_Conqueror')_from_NPG
Guglielmo I

Nel corso dei secoli, il Castello di Warwick è stato un pilastro centrale della comunità, della politica inglese, e la dimora dei membri delle famiglie reali. Ha visto una storia di conflitti, omicidi, frivolezza e intrighi. Non stupisce quindi, che è anche il luogo di moltissime storie di fantasmi ed esperienze paranormali, non solo in tempi moderni, ma anche nel corso della storia.

Sir Fulke Grevil

Fulke Grevil, 1° Barone Brook, era un tesoriere assai ricco che aveva servito la famiglia reale sotto il regno di Elisabetta I e poi di Giacomo I. Gli era stato donato il Castello di Warwick, che amava teneramente e a cui aggiunse molti miglioramenti strutturali. Era un gentiluomo estremamente ricco e mentre invecchiava, i suoi servi cominciarono a chiedersi quale fortuna il padrone avrebbe lasciato loro nel suo testamento finale. Nel 1628 uno dei servi; Ralph Heywood, si sentì tradito quando scoprì che il suo padrone non aveva intenzione di lasciargli una grossa somma di denaro. Accecato dalla rabbia attaccò il Barone, lo accoltellò al petto per poi suicidarci a causa del senso di colpa. Tuttavia, Fulke Grevil non morì subito per mano di Ralph – morì in agonia 4 settimane più tardi, quando i suoi medici credevano fosse giusto riempire le sue ferite con il grasso di maiale usandolo come antisettico. Il grasso di maiale divenne rancido e il povero Fulke morì tra atroci dolori in seguito all’infezione.

Molti visitatori del castello e coloro che vi lavorano, vedendo il fantasma del Barone in piedi sotto il suo grande ritratto, credono che ancora vegli sul suo amato castello, per assicurarsi che nessun danno gli venga arrecato. E molti sono i visitatori che affermano di aver visto il ritratto del Barone muovere la testa e gli occhi per guardarli mentre si aggiravano nelle sue sale …

Moll Bloxham e l’oscuro cane

Moll Bloxham era una vecchia mendicante che viveva in un tugurio di fuori delle mura del castello. Il suo padrone le permise di vendere il burro e il latte in eccesso del castello in modo da guadagnare un po’ di soldi. Tuttavia, Moll iniziò a truffare i suoi clienti annacquando il latte e aumentando i prezzi di costo a suo piacimento. Così, fu sfrattata dal castello. Si racconta che la donna lanciò un maleficio sulla terra. Fin da allora ci sono state segnalazioni di un grande cane nero fantasma che si nasconde dietro il parco del castello. Il cane è così realistico che le guardie lo hanno inseguito e sparato fuori del castello più volte – hanno anche tentato di ucciderlo – per poi vederlo dissolversi nel nulla…

hellhound_by_camusaltamirano-d6bqvdx

La camera delle sedute spiritiche

La camera Kenilworth nel Castello di Warwick non è veramente per i deboli di cuore. Non solo è buia, fredda e cupa, ma è anche nota per essere una delle sale più attive del castello, in termini di attività spettrale.

Daisy Greville, la contessa di Warwick, ha usato questa stanza in epoca vittoriana e oltre, per condurre sedute spiritiche ed esperimenti di “table-tipping” (il tavolo veniva scosso da presenze paranormali) durante “feste” che lei organizzava coi suoi ricchi ospiti.

Non dobbiamo sottovalutare la frequenza di queste “veglie” in quanto il famoso occultista Aleister Crowley era un ospite regolare delle feste al castello, e la contessa Daisy era conosciuta per la sua ossessione nei confronti dell’occultismo. Si dice che una seduta spiritica condotta in questa sala fu così terrificante che tutti i suoi ospiti fuggirono dal castello e alcuni di essi si rifiutarono di rimetterci piede. Secondo la tradizione storica del castello, si vociferava che Crowley avesse aperto un gateway (portale) quella notte, e che qualcosa sia rimasto ad abitare la stanza Kenilworth per sempre.

La storia terribile di questa camera in realtà può essere estesa a ritroso ben oltre il tempo di Daisy Greville. Nel 1565, infatti, la camera venne allestita con dei pannelli a muro di legno intarsiato provenienti dal vicino castello di Kenilworth, dal quale prende il nome. Una volta pronta, il conte di Warwick del tempo riferì di aver udito forti colpi provenienti dalla camera, quando quest’ultima era vuota. Il conte evitò sempre di recarsi nella stanza per paura.

La leggenda dice anche che la 4° contessa di Warwick e il famoso spiritista arcidiacono del Sud Africa Colley, abbiano fatto risorgere una ragazza dai morti proprio nel letto che si trova al centro della stanza Kenilworth.
La camera, dunque, ha una storia particolarmente interessante e medium ed investigatori tendono ancora oggi a segnalarne l’attività paranormale.

P1050848

La stanza di Kenilworth e il letto in cui, secondo la leggenda, una giovane ragazza venne riportata in vita.

Il cantiere infestato

Il Castello di Warwick oggi è un’attrazione turistica molto popolare ed è stato adattato negli ultimi anni per includere anche un educational tour sui fantasmi con attori in costume. L’edificio in cui il tour è stato allestito si trova nell’area del castello che originariamente era l’armeria. La stampa ha riportato che nel marzo 2009, i lavori di costruzione si sono dovuti arrestare in quanto gli operai cominciarono a rifiutare di recarsi al castello a causa di eventi paranormali!

Essi riferirono di sentire un forte profumo di lavanda, che bisogna ammettere è molto peculiare in un cantiere! Alcuni testimoniarono di aver visto la figura di un uomo pallido, magro, che indossava una tunica in stile medievale, che camminava lontano da loro e attraverso una porta. Al secondo avvistamento di questa apparizione si rifiutarono di continuare a lavorare per qualche tempo. Le loro affermazioni di aver visto un fantasma nella sala d’armi non furono le prime, e nemmeno le ultime. Diversi medium che hanno visitato il sito hanno descritto una presenza corrispondente alla stessa descrizione.

I media britannici di solito non si intrattengono in questo tipo di storie per i soli scopi pubblicitari; gli uomini dunque devono essere stati davvero convinti di ciò che hanno visto. Sarebbe certamente un’ottima trovata di marketing!

Avendo visitato il Castello, posso dirvi con certezza che certi ambienti bui e solitari mettono davvero i brividi. Infatti, una cosa è certa: non sarò io a trascorrere una notte buia da sola al Castello di Warwick in futuro!

________________________________________________

Warwick Castle in Warwickshire, England, is one of the world’s greatest preserved medieval castles. Building on the castle began in the 10th century AD and it is believed that it’s architect was the princess Ethelfleda, the military daughter of King Alfred the Great. Initially the structure was intended to defend against the Norman conquests, however after William the conqueror succeeded in conquering England, the castle was handed to the Earl of Warwickshire. The castle was handed down the generations and saw 20 Earls of Warwickshire, until it was opened to the public in the 1970s.

Throughout the ages, Warwick Castle has been a central pillar of the community and wider English politics, and royalty. It has seen a history of conflict, murder, frivolity and intrigue. No wonder then, that it is also the scene of many reported ghost stories and paranormal experiences, not just in the modern day but also throughout history.

Sir Fulke Grevil

9328038393_c2affe27a4_b

Fulke Grevil, 1st Baron Brook, was a wealthy treasurer who served the royal family under the reign of Elizabeth I and then James I. He was gifted Warwick Castle, which he loved dearly and added many great structural improvements. He was a tremendously affluent gentleman and as he grew older, his servants began to wonder about what fortune their master may leave them in his final will. In 1628 one particular servant; Ralph Heywood, felt cheated when he found out that his master was not going to leave him a large sum of money. He became enraged and attacked the Baron, stabbing him in the chest and then killing himself due to guilt. However, Fulke Grevil did not die immediately by Ralph’s hand – he died in agony 4 weeks later, when his doctors believed it was right to fill his wounds with pig fat instead of antiseptic. The pig fat became rancid and he died of infection.

Many visitors to the castle report seeing the ghost Baron standing underneath his great portrait and those who work at the castle believe that he watches over his beloved castle, to make sure no harm comes to it. It is also common for visitors to claim that they have seen the portrait of the Baron move his head and eyes to watch them as they walk his halls…

Moll Bloxham and the Dark Hound

The-Hound-of-the-Baskervilles-b-e1422601470796

Moll Bloxham was an old beggar woman who lived in a hovel outside the castle walls. She was permitted by her master to sell surplus milk and butter from the castle to earn a little money. However, Moll took to cheating her customers – watering down milk and putting up her prices. She was evicted from the castle and so she placed a curse on the land. Ever since this happened, all those years ago, there have been reports of a large, black phantom dog which lurks around the castle grounds. So lifelike is the hound, that guardsmen have chased it and shot it out of the castle – even tried to kill it – but it only disappears.

The Séance Room

The Kenilworth Room in Warwick Castle is truly not for the faint of heart. Not only is it dark, cold and glum – it is reportedly one of the most active rooms in the castle, in terms of ghostly activity.

table1

Daisy Greville, the Countess of Warwick, used this room in the Victorian era onwards to conduct séances and table tipping experiments here during parties. We mustn’t underestimate the seriousness of these vigils though as famed occultist Aleister Crowley was a regular party guest at the castle, so she was clearly versed in the occult. One séance conducted in this room is said to have been so terrifying that her guests fled the castle and some refused to return ever again. According to the castle historian, it was rumoured that Crowley opened up a gateway that night and that something has stayed to inhabit the Kenilworth room forever.

The ghastly history of this room actually may stretch back much further than the time of Daisy Greville though. In 1565, the room was fitted out with second hand wooden wall panelling from the nearby Kenilworth Castle, hence it’s namesake. After this, the Earl of Warwick at the time reported hearing loud banging coming from the room at night, whilst it was empty and he would actively avoid the room out of fear.

Legend also has it that the 4th Countess of Warwick and famed South African spiritualist Archdeacon Colley raised a girl from the dead in the bed displayed in the Kenilworth room. So the room has a particularly interesting history and mediums and investigators tend to report the most paranormal activity in this room.

The Haunted … Building Site

Warwick Castle today is a very popular tourist attraction and it was adapted in recent years to include an educational ghost tour with costumed actors. This involved building sets in what was originally the armoury of the castle. In March 2009, building work on the castle had to put on hold as builders and workmen refused to return to the castle due to paranormal occurrences!

The workmen reported smelling a strong scent of lavender, which is peculiar indeed for a building site. They also saw the figure of a slim, pale man wearing a medieval style tunic walking away from them and through a doorway. On the second sighting of this apparition they refused to continue work for some time. Their claims to have seen a ghost in the armoury are not the first. Several mediums who have visited the site have described a figure matching the same description.

The British media doesn’t usually entertain these kind of stories for advertising purposes alone, so the men must have really been convinced by what they saw. However, it would indeed be an excellent marketing gimmick. One thing is for certain though; I won’t be spending a dark night alone at Warwick Castle anytime soon…

Fonti:

https://great-castles.com/warwickghost.php

http://www.ghost-story.co.uk/index.php/haunted-buildings/haunted-castles/366-warwick-castle-warwick-england

https://en.wikipedia.org/wiki/Fulke_Greville,_1st_Baron_Brooke#Death_and_legacy

http://www.warwickshirelife.co.uk/out-about/haunted_warwickshire_1_1647083

http://www.birminghammail.co.uk/news/local-news/work-halted-on-warwick-castle-over-87425

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s