Novartis e Microsoft stanno lavorando per lo sviluppo di un dispositivo sensibile al movimento umano, denominato Assess MS, basato sulla tecnologia sensoriale del Kinect, che sembra essere in grado di valutare i progressi o i peggioramenti del movimento nei pazienti con sclerosi multipla. Se il dispositivo sviluppato da Microsoft risulterà efficace, Novartis sarà responsabile della validazione clinica e di tutte le attività regolatorie per l’approvazione del device.

La sclerosi multipla è una malattia abbastanza imprevedibile, e allo stato attuale delle cose è difficile per i medici capire se un determinato paziente sta progredendo o se i sintomi stanno peggiorando. La collaborazione tra Microsoft e Novartis si piazza proprio in questo ambito, e farà uso della tecnologia per elaborare i dati sui pazienti e cercare di capire gli stadi della malattia.

“I neurologi sono molto bravi nel capire quale paziente necessita di un determinato trattamento, ma non riescono a quantificare in modo preciso i sintomi della malattia”, spiega Cecily Morrison, ricercatore di Microsoft. “Molto spesso i pazienti vengono visti da più medici, ognuno dei quali da un punteggio diverso per valutare i sintomi della malattia. In questo caso la domanda che si pongono i medici è: è cambiato qualcosa in questo paziente o il clinico precedente ha utilizzato un metodo di valutazione differente?”, aggiunge il ricercatore.

Solitamente i clinici si affidano alla propria vista per valutare i progressi nei movimenti di un paziente affetto da sclerosi multipla, con diagnosi che molto spesso risultano soggettive e poco precise. Grazie al Kinect, invece, i pazienti eseguiranno una serie di esercizi motori direttamente davanti alla telecamera, ed in questo modo i dati verranno raccolti ed analizzati automaticamente per valutare eventuali progressi o peggioramenti.

Attualmente Microsoft sta lavorando con tre cliniche per la cura della sclerosi multipla, insieme a diversi esperti della malattia che attraverso l’analisi dei video clip prodotti dal dispositivo stanno mettendo a punto un algoritmo che permetterà di riconoscere le varie fasi e gli stadi della malattia. Attualmente il software ha analizzato da 150 a 300 video per ogni movimento. Entro quest’anno, Microsoft prevede di perfezionare il dispositivo e testarlo su più pazienti in altre cinque cliniche per la cura della malattia.

Ovviamente il Kinect realizzato da Microsoft non è lo stesso che si trova su Xbox, ma si tratta di un apparecchio modificato con nuovi algoritmi atti allo scopo. L’azienda è al lavoro già da diversi anni su questo progetto e si è arrivati a costruire un primo prototipo funzionante. Non dovrebbe passare troppo tempo prima di cominciare a vedere questa particolare versione del Kinect negli ospedali e negli ambulatori medici.

Antonio Criminisi, un ricercatore di Microsoft  ha affermato: “ci stiamo avvicinando alla precisione degli esseri umani, ma forse con una coerenza superiore. Comunque, prima di affermare che il nostro dispositivo funzioni davvero dobbiamo testarlo su un numero superiore di pazienti”.

“Novartis sta sfruttando le tecnologie digitali per trasformare le cure dei pazienti e per lo sviluppo di farmaci”, spiega Vas Narasimhan, a capo della divisione di sviluppo a livello globale di Novartis Pharmaceuticals. “Siamo entusiasti della collaborazione con Microsoft Research per lo sviluppo di Assess MS, che permetterà una valutazione più coerente delle disfunzioni motorie nei pazienti con sclerosi multipla e che potrebbe favorire lo sviluppo di nuove e più efficaci terapie per questa malattia”.

Fonte: http://mobihealthnews.com/content/microsoft-novartis-partner-kinect-based-multiple-sclerosis-assessment-tool

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s